Tutto sui tagliandi: come fare manutenzione alla propria auto

 

QUANDO SVOLGERE IL TAGLIANDO?

Non tutte le auto hanno le stesse scadenze di manutenzione, ma sul libretto di uso e manutenzione di ogni autovettura sono indicati gli intervalli di tempo entro i quali deve essere sostituito l’olio e devono essere attuati gli altri interventi necessari.

Importante, inoltre, il non confondere questi interventi di manutenzione, necessari al corretto funzionamento del mezzo meccanico, con la revisione obbligatoria prevista dalla Motorizzazione Civile. Quest’ultima ha infatti la funzione di verificare l’efficenza del mezzo, ma non prevede interventi di alcun tipo.

Fare il tagliando non è obbligatorio per legge ma è necessario per il corretto funzionamento della propria autovettura. E’ un requisito per mantenere la validità  della garanzia ufficiale della casa.

La frequenza del tagliando è definita dal costruttore sulla base delle tecnologie utilizzate per quella particolare autovettura.

Mentre il criterio che definisce la periodicità  delle revisioni è temporale (4 anni dopo la prima immatricolazione del mezzo; e poi ogni 2 anni), la scadenza dei tagliandi fa riferimento al numero di chilometri. Statisticamente le case costruttrici indicano tagliandi in intervalli di tempo compresi tra i 15.000 ed i 30.000 chilometri. Nei modelli più recenti, in qualche caso, il tagliando può essere effettuato anche ogni 35.000 km. Se non si raggiunge il chilometraggio minimo, viene indicato anche un limite di tempo. E’ il caso della vettura della “nonna” che magari percorre 30.000 km in 12 anni ma l’olio del motore va comunque cambiato, almeno ogni 2 anni, perché altrimenti perde le proprie proprietà  lubrificanti.

La risposta a “quando fare il tagliando?” è la combinazione tra tempo trascorso e chilometri percorsi.

Le autovetture moderne hanno sistemi, come la spia service, che ci avvisano quando dobbiamo svolgere il tagliando. E’ sempre importante, però, annotare i tagliandi, sia per verificare il corretto azzeramento del service (necessario per le auto di qualche anno fa), sia per mantenere la cronologia degli interventi di manutenzione. Determinano un valore maggiore per la nostra auto in caso di vendita.

Se si è vicini alla data di scadenza del tagliando, oppure se si ha in programma un lungo viaggio, è buona regola mettere l’auto nelle mani di un’officina qualificata.

Restano poi dei particolari frangenti, soggetti a valutazione, come la necessità  di riavvicinare i tagliandi in caso di intasamento del filtro antiparticolato.

 

SCEGLIERE IL TUO MECCANICO E’ UN DIRITTO!

Proprio per tutelare il diritto, di scegliere liberamente dove portare la propria auto per l’assistenza è stato approvato un documento comunitario: il Regolamento 1400/2002 CE. La casa automobilistica, in conseguenza a ciò, non può imporre di rivolgersi esclusivamente a uno dei concessionari ufficiali. Quindi puoi scegliere liberamente dove recarti.

 

Per programmare il tuo tagliando presso la nostra officina o ricevere informazioni in merito allo stesso chiamaci al 011714000.